Come Suonano le nuove Pamu Slide Mini?

Pamu Slide mini si, o Pamu Slide Mini no?
Questo è il dilemma.
Qualche tempo fa vi ho portato su questo blog la recensione di alcuni auricolari bluetooth che mi avevano fatto innamorare: le Pamu Slide.
Il gioiellino della Padmate riusciva a incanalare in un unico prodotto comodità, stile, ottima qualità audio e, soprattutto, una ricarica infinita.
Grazie alla batteria da 2000 mAh, infatti, le cuffie raggiungono 10 ore ascolto, con un box che le carica altre 4 volte.
Insomma, tirando le somme, 50 ore di musica a disposizione, senza caricabatterie.
Un sogno.
Come tutte le cose belle però, anche le nostre slide avevano un difetto.
Per montare una batteria così potente, infatti, il box consisteva in un bel parallelepipedo che era tutto, fuorchè tascabile.
Per portarle in giro ho dovuto ideare qualche escamotage.
Dal girare con l’ eskimo dalle tasche enormi, fino a mettere la custodia nello zaino quando andavo all’università.

Qualche volta, in palestra, confesso di esser andato solo con gli auricolari, pur di non avere il box con me.
Nulla di grave eh, chiariamoci, un semplice fastidio su cui ci si può passare tranquillamente sopra.
Ma perchè farlo?
Probabilmente questa stessa domanda se la sono posti anche alla Padmate, che, ascoltando le richieste dei suoi compratori, ha fatto uscire una versione più piccola delle slide: Le Pamu Slide Mini.
Appena saputo dell’ uscita mi sono fiondato a comprarle, sempre attraverso le campagne di Crowdfounding tipiche dell’ azienda.
Eccoci qui, quindi, per una brevissima recensione comparativa delle nostre Pamu Slide Mini.
La confezione è molto simile a quella delle Slide normali, molto minimalista, che ci mette di fronte il nostro box, decisamente più snello del precedente, un cavo di tipo C, le istruzioni e, infine, dei vari gommini da adattare ai nostri padiglioni auricolari.
Da questo punto di vista, tra Slide e Slide Mini, a cambiare, sono, principalmente, i colori. Non più solo bianche o nere, ora potrete acquistare e portare con voi anche delle Slide verdi o rosa.
Personalmente non mi fanno impazzire come colori, tuttavia, dare più scelta al consumatore è sempre la scelta giusta dal mio punto di vista.

La principale differenza, come è ovvio che sia, sta nel nostro case, dalle dimensioni molto ridotte, circa 7x3x3 cm.
Non più una vera e propria scatola che scorre (da qui slide), ma un cilindro più classico e simile agli altri tipi di auricolari sul mercato.
Sprovvisto anche della superficie superiore in tessuto, le nostre Pamu Slide Mini si presentano con un outfit molto più minimalista.
Unico elemento di stile, delle ondine sui lati. Devo ammettere che, non so per quale motivo, questo box, sebbene sia decisamente più semplice dell’ altro, lo adoro.
Troviamo sulla facciata frontale i classici 4 led che ci indicano lo stato di ricarica e, sul retro, ovviamente, l’entrata di tipo C per il caricatore.
Ovviamente le differenze tra le custodie non sono solo sul piano estetico.
Quella che salta subito all’occhio, è che le slide Mini, non “slidano” più. Il sistema di chiusura è apertura è ora magnetico e molto più funzionale, evitando il rischio di poter rompere la custodia scorrendo su e giù su di essa.
Per ottenere un case così piccolo, come è giusto che sia, la Padmate ha dovuto però fare qualche rinuncia.
Rinuncia che prende il nome di batteria. Si passa infatti dai 2000 sovracitati a 400 mAh e, quindi, da 50 ore di ricarica, a 30 dichiarate.
Alla prova forse, leggermente meno.

Potrà sembrare che le nostre Slide mini non durino niente, ma non lasciatevi suggestionare dal paragone con le loro sorelle maggiori.
La carica delle Pamu Slide Mini infatti, è comunque nettamente superiore rispetto alla concorrenza, vista soprattutto la fascia di prezzo nella quale si trovano.
Inoltre, avendo a disposizione un box più piccolo, sarà molto più comodo caricarlo con una powerbank, che ovvia al problema delle 20 ore mancanti tranquillamente.
Ma come sono queste Pamu Slide Mini ?
Come si sentono e che differenza c’è con gli auricolari delle Slide classiche?
Beh, ho preso una cuffia per modello e le ho confrontate. Sono esattamente lo stesso auricolare.
Per forma, misure, caratteristiche tecniche, identiche.
Vi dirò di più, provando a mettere gli auricolari nei box dell’ altro modello, si caricano ugualmente.
Alla Padmate hanno preso le vecchie cuffie e hanno cambiato loro la custodia.
Punto negativo direte voi?
Assolutamente no.
Adoravo il suono delle mie Slide, la loro comodità, il fatto che fossero impermeabili e il touch sulla parte superiore dello stelo.
E’ stato bello quindi rincontrarle , ma in una versione più portatile. Passiamo al punto focale, consiglio l’ acquisto delle Pamu Slide Mini?
Dipende.
Se non avete mai acquistato un prodotto della Padmate, decisamente sì.
Attualmente disponibili a 55 dollari, difficilmente troverete qualcosa di meglio in quella fascia di prezzo, considerando anche il Bluetooth 5.0 e la loro resistenza.
Se invece siete indecise tra le due sorelle, dovrete chiedervi se preferite avere degli ottimi auricolari, portatili, leggeri, e che suonano da Dio, oppure, lo stesso prodotto, ma che non entra in tasca e con una carica quasi doppia.
Io, nel dubbio, le utilizzo entrambe, perchè raramente mi è capitato di trovarmi così bene con un prodotto tech, soprattutto se si considera il prezzo e la qualità.

Pamu Slide Mini

$55.00
9.5

Pamu Slide Mini

9.5/10

Pros

  • Suonano divinamente
  • Carica della batteria oltre la media
  • Belle a vedersi e di pregevole fattura
  • Rapporto qualità prezzo imbattibile

Cons

  • La carica dura meno rispetto alle sorelle maggiori
  • Se avete già le Pamu Slide, forse non hanno molto senso

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.